Crea sito

Archive for Ottobre, 2012

Un Geometra alle “elementari”…

sabato, Ottobre 27th, 2012

..qualche mese fa, come in un deja vu, mi sono improvvisamente ritrovato a percorrere il cortile, i corridoi e successivamente le aule di quella che una volta, per un breve periodo, A? stata parte importante della mia vita, ad un tratto mi sono sentito terribilmente vecchio! Da non crederci…anche il MAESTRO era sempre lo stesso, ma questa volta potevamo chiamarci per nome.
Ad accogliermi in aula tantissimi occhietti incuriositi e vivi ed una valanga di domande molto pertinenti all’argomento trattato: “Ma sei un artista?” !

La realizzazione della serra, da usare come semenzaio, fa parte del progetto “Orti in Serra” e mi ha permesso di incontrare i bimbi della scuola di viverone in piu’ occasioni:

1) Disegnamo la Serra
La prima volta ho dato un’idea di massima su come puo’ essere costruita una serra: ho fatto uno schizzo alla lavagna e abbiamo cercato di capire insieme come fosse fatta una serra. Le idee fantasiose dei bambini sono state molteplici: da chi ha disegnato una serra a forma di cono gelato, a chi ha progettato una casa-serra, a chi ha copiato pari pari il mio disegno alla lavagna… siamo riusciti a creare giocando con vera partecipazione

2) L’Orto Matematico
Con i bambini, nel secondo incontro, abbiamo inventato e relizzato dei “giochi – verdura”; uno dei quali, l’ “orto matematico”, ha richiesto tempi di preparazione di tutto rispetto… i bambini hanno disegnato, colorato e ritagliato le sagome delle verdure e, grazie ad un pezzo di compensato, gentilmente offerto da Serena (ndr. nostra presidente), abbiamo magicamente ottenuto il nostro orto, su cui, successivamente, sarebbero state seminate le verdure. Come in tutti i giochi, un pizzico di fortuna era d’obbligo, occorreva tirare dei dadi per determinare il numero di verdure da piantare e raccogliere. Si sono viste carote grosse 1 cm e fagioli borlotti geneteicamente modificati, grossi come una melanzana!

3) Profumo di Legno
Nel terzo momento abbiamo usato il tatto e l’olfatto: i bambini hanno grattuggiato pezzetti di legno di diverso tipo e poi hanno imparato a distinguere i vari odori: un bimbo sosteneva di avere sentito lo stesso odore del nonno, un altro associava quell’odore ai suoi piedi e la maggior parte diceva “Che buon odore!”. La giornata si A? conclusa con il gioco del fazzoletto alla verdura, un gioco cosA� divertente che qualcuno si ‘A? letteralmente fatto la pipA� addosso dalle risate.

4) I Nani da Cantiere
Nel quarto incontro siamo andati a Roppolo, nel cortile delle scuole. Abbiamo preso le misure del terreno su cui poggerA� la serra dei bimbi e piantato i picchetti nei quattro angoli. Per “tutelarmi”, ho preparato un piano di sicurezza fuori dall’ordinario:
tutti i bambini erano muniti di caschetto, metro e bindella .

Gira tutt’oggi in paese, e dalla “panettiera”, la voce di avvistamenti di esseri UFO, identificati come Nani da cantiere …

Davide Boldo (Direttore lavori dei Nani da Cantiere)

to be continued ….

CASTAGNATA ALL’ORTO DEI BAMBINI

martedì, Ottobre 23rd, 2012

Ciao a tutti, Domenica 28 Ottobre alle 14.30, la��Associazione Semi di Serra organizza alla��orto dei bambini in via Cavaglia’ presso il parchetto giochi a Roppolo una castagnata, occasione per ritrovarsi, condividere qualche momento assieme e gustare buonissime caldarroste.
Tempo permettendo perA? Sabato 27 ci ritroviamo alle 14 nel piazzale del castello di Roppolo per andare insieme ai nostri bambini per andare a raccogliere le castagne da cuocere il giorno seguente.
Siete invitati tutti a partecipare ad entrambi gli appuntamenti.

ELEZIONI CONSIGLIO D’ISTITUO

giovedì, Ottobre 18th, 2012

Cari genitori,

siamo arrivati allo scadere del mandato triennale della��attuale Consiglio di Istituto del Comprensivo di CavagliA�.
Alcuni di Voi, soprattutto chi ha il proprio figlio appena iscritto a scuola, non sanno di cosa stiamo parlando ed A? bene spiegare.

Il Consiglio di Istituto si compone di rappresentanti tra i genitori, tra gli insegnanti, tra il personale ATA (collaboratori scolastici ed assistenti amministrativi), dalla direttrice amministrativa del Comprensivo di CavagliA�, dal Dirigente scolastico e naturalmente da un presidente, scelto fra i genitori. Queste persone saranno elette attraverso votazioni aperte a tutte le famiglie che si svolgeranno presso la sede centrale della��Istituto Comprensivo di CavagliA� a�� Via Pella – :
– domenica 11 novembre 2012 dalle 8.00 alle ore 12.00;
– lunedA� 12 novembre 2012 dalle ore 8.00 alle ore 13.00.
Per essere eletti occorre dare la propria disponibilitA� ad essere inseriti in una lista di nomi che si forma in sede di riunione preventiva.
Vi chiederete a cosa serve questo gruppo, di cosa si occupa, quanto tempo si deve dedicare a questo impegno, a��.ecco qualche indicazione che verrA� approfondita in sede di riunione.

Il Consiglio di Istituto si occupa:
– di esaminare ed approvare i rendiconti finanziari;
– di modificare e migliorare regolamenti vari: mensa, vigilanza, visite guidate,a��;
– di approvare o no le varie richieste di utilizzo dei locali scolastici: per doposcuola, centri estivi, corsi vari che usufruiscono delle palestre;
– di esaminare ed approvare i piani di offerta formativa (POF);
– di essere informati su donazioni e borse di studio;
– di esaminare le iscrizioni, attivandosi in caso di criticitA� (es. numero insufficiente di alunni);
– di proporre migliorie di qualsivoglia genere per le varie attivitA� scolastiche e linee guida da seguire in termini di formazione;
– di sottoporre al dirigente scolastico eventuali problematiche di cui si viene a conoscenza.
Vi renderete sicuramente conto del ruolo fondamentale di questo gruppo di persone che costituisce la��organo principale della��Istituto Comprensivo.
Noi genitori spesso ci lamentiamo di questo strano e complicato MONDO SCUOLA, ma forse A? il caso di fermarsi un attimo a pensare a cosa possiamo fare nel nostro piccolo per migliorarlo. Ea�� possibile! La��esperienza maturata in questi anni ci porta ad invitarVi a far parte di questo Mondo in maniera attiva. Facendo parte di questo gruppo si possono capire dinamiche e motivazioni di alcune cose che da fuori non si capiscono.
Il Vostro apporto A? fondamentale: nuove idee, dinamismo, curiositA� e perchA� no anche coraggio nella��esprimere le proprie perplessitA� sono alla base del buon funzionamento di questo strano e complicato MONDO SCUOLA.

Volete provarci? La��impegno A? minimo, le sedute del Consiglio di Istituto sono circa cinque alla��anno e si tratta di circa una��ora di riunione fissata in orari preserali, comunicata almeno cinque giorni lavorativi prima. In alcuni casi, puA? essere anche convocata su richiesta dei componenti del Consiglio di Istituto.
Per saperne ancora di piA? ed eventualmente proporsi in una lista per le votazioni Vi chiediamo di partecipare alla riunione informativa che si terrA� lunedA� 22 ottobre 2012 alle ore 18,30 presso la sede centrale della��Istituto Comprensivo in CavagliA� Via Pella (nei locali delle scuole medie di CavagliA�).
Grazie per la Vostra collaborazione.

Il Presidente del Consiglio di Istituto
Carlo Dante Milanello

IL LIBRO DEL MESE

lunedì, Ottobre 15th, 2012

TOON TELLEGEN

LETTERE DAL BOSCO: TRECENTO STORIE DI ANIMALI

Lo scoiattolo si svegliA? di soprassalto nel cuore della notte… Cos’A? il dopo?, pensava. Ne aveva parlato una volta alla formica, ma lei aveva alzato le spalle e aveva detto di non aver mai sentito parlare del dopo e che perciA? non doveva essere niente… Ma allo scoiattolo questo non bastava. La gazza gli aveva detto una volta che dopo era il contrario di prima, ma allora che cos’era prima?…

Di che si tratta?

Ci sono dei capolavori che rischiano di passare quasi inosservati, sommersi da una��attivitA� editoriale spesso frenetica e orientata piA? alla quantitA� che alla qualitA�. Ea�� il caso di Lettere dal bosco, che raccoglie per la prima volta in traduzione italiana tutte le storie di animali scritte da Toon Tellegen nella��arco di oltre un ventennio.

Lettere dal bosco A? un grande libro fatto di racconti minuscoli di infinita delicatezza, di acutissima sensibilitA�, di rarefatto umorismo. Ne sono protagonisti lo scoiattolo, la formica, la��orso, la��elefante, la zanzara, il coleottero, il pidocchio, il pappataci; che intrecciano conversazioni, corrispondenze epistolari e improbabili amicizie senza il minimo riguardo per la verosimiglianza o le differenze di scala.

Il bosco di Tellegen, infatti, non obbedisce alle leggi fisiche del mondo reale. Ea�� un universo autonomo, impermeabile alla realtA� esterna e tale deve restare a�� per ammissione dello stesso autore a�� pena la sua scomparsa.

Ma A? proprio questa distanza a costituire la magia del libro. PiA? si procede nella lettura, piA? si resta incantati dal candore di questi animali che si interrogano su se stessi e sul mondo con una grazia che ci tocca il cuore (a�?Ma sei proprio sicura di essere la tartaruga, tartaruga?a�?). PerchA� a ben vedere la��assenza della��uomo A? solo apparente: il bosco a�� scopriremo ben presto a�� A? un luogo sospeso dentro di noi, che ci appartiene e ci definisce meglio di qualunque costruzione realistica.

a�?Toon Tellegen usa toni delicati, senza mai lasciare le parole al caso o alla consuetudine, piuttosto con un linguaggio tanto carico di significato e capace di risuonare entro chi legge, da essere annoverato tra le letture poetichea�? (Francesca Fratejacci).

a�?Con la loro leggerezza e la loro logica fanciullesca e geniale, gli animali che abitano il bosco di Tellegen sono allegri sabotatori della pigrizia della��anima. Brevi e spiazzanti, le storie dello scoiattolo e dei suoi amici sovvertono sempre la dura legge della noia. Leggere i racconti di Toon Tellegen A? come ascoltare la musica di Erik Satie. Altrettanto sfuggente, proprio quando pensi di aver capito dove andrA� a parare, ecco che la storia prende una��altra direzione. Ti scivola via dalle mani e si lascia dietro un velo di malinconiaa�? (dalla��introduzione di David Santoro).

Nota:

Lettere dal bosco A? un libro ideale da leggere ad alta voce, poco alla volta, a un bambino.

Alcuni dei racconti compresi nella raccolta erano giA� stati pubblicati da Feltrinelli con i titoli Lettere dello scoiattolo alla formica e Il compleanno dello scoiattolo. Si tratta di due agili volumetti, riccamente illustrati, che si prestano meglio alla lettura autonoma da parte dei piA? piccoli.

Per questa rubrica ringraziamo l’amico Andrea Sottile, sua la scelta del libro e suo il suggrimento.

SEMI DI TEATRO

domenica, Ottobre 14th, 2012

MercoledA� 11 ottobre, presso i locali della Scuola per la��infanzia di Roppolo, A? avvenuto il primo incontro tra i bambini della scuola materna, i volontari del doposcuola ed il Teatro a Canone: una mia breve scena sul tema dello straniero e della��ospitalitA�. I piccoli spettatori hanno ricambiato con i loro sinceri sguardi interrogativi e con i visetti pronti ad accogliere la sorpresa, il non conosciuto.
Il laboratorio durerA� fino a febbraio e accompagnerA� i bambini in un percorso di avvicinamento al teatro come luogo di storie da narrare con il movimento, in rapporto alla musica.

A permettere tutto questo A? il doposcuola di Roppolo, organizzato, autogestito e portato avanti dai volontari della��Associazione a�?Semi di Serraa�?. Un servizio concreto di cui usufruiscono anche i bambini di Viverone. Ea�� un esempio di mutuo soccorso che non potrebbe verificarsi se non fosse reso fertile dalla ricerca di coesione sociale; da quella��impegno mirato al senso critico e alla messa in pratica di principi di solidarietA�. Quelli che stanno muovendo, in un modo o nella��altro, tutti coloro che non accettano lo stato attuale delle cose. Che intendono convertire il collasso di un sistema, la solitudine delle preoccupazioni, in un occasione per rendersi partecipi diretti. Un occasione per rendersi piA? liberi nella semplicitA�. Quella semplicitA� dei bisogni e quella semplicitA� dei mezzi che conducono al recupero dei rapporti. Di questi terreni fecondi il teatro si nutre per trovare i sensi in un lavoro di a�?artigianato umanoa�?.

Luca Vonella (Teatro a Canone)

La collaborazione tra i Semi di Serra e Luca del Teatro a Canone di Chivasso A? nell’ambito del progetto Orti in Serra di Associazione Scuola Aperta con il contributo del Fondo Speciale per il Volontariato in Piemonte a�� Centro di Servizio per il volontariato della provincia di Biella