Crea sito

Archive for Dicembre, 2012

Il Pinocchio di Rodari a CavagliA�

sabato, Dicembre 29th, 2012

di Ettore Macchieraldo

Ieri, venerdA� 28 dicembre, siamo andati a vedere al salone Polivalente di CavagliA�, Le avventure di Pinocchio. I bambini presenti erano molto attenti e partecipi dello spettacolo.

Qui comincia, aprite l’occhio, l’avventura di Pinocchio

Questo il ritornello ripetuto da una bravissima Stefania Ventura, accompagnata dalla chitarra di un altrettanto bravo Sandro Balmas. Un’interpretazione semplice e coinvolgente della Filastrocca di Rodari sulle avventure di Pinocchio del Teatro d’Aosta.

Per noi che scrivemmo il nostro Pinocchio per la scuola pubblica in rima, un modo per vedere rappresentato in modo attuale un testo che ci A? caro.
Siamo convinti che il testo di Collodi sia di estrema attualitA� e che possa aiutare a capire la realtA� a grandi e piccini. L’intreccio, le metafore e i riferimenti del racconto si riferiscono a grandezze e bassezze dell’animo umano che ritroviamo nella quotidianitA� nostra e dei nostri figli.

Ringraziamo perciA? anche noi il Comune di CavagliA� e Faber Teatro per questa occasione di crescita culturale per il nostro territorio.

Ci sarA� un nuovo appuntamento sempre durante queste vacanze.
GiovedA� 3 gennaio, alle ore 16, al Polivalente di CavagliA�, davanti all’area mercatale ci sarA� Tante storie per giocare. Verranno lette e interpretate delle letture per bambini dai 3-4 anni, coinvogendoli in scena.

Un appuntamento da non perdere.

IN SCENA LE AVVENTURE DI PINOCCHIO

giovedì, Dicembre 27th, 2012

SarA� in scena al Salone Polivalente venerdA� 28 dicembre alle ore 16.00 “Le avventure di Pinocchio”, della compagnia “Teatro d’Aosta”; una compagnia che privilegia il pubblico giovanile, con l’intento di avvicinarlo alla fruizione del teatro. Lo spettacolo nasce da “La Filastrocca di Pinocchio” di Gianni Rodari, una riscrittura in forma di filastrocca del Pinocchio di Collodi. Non dovrA� quindi apparire strano sentire raccontare Pinocchio in un modo diverso dalle centinaia di riduzioni o adattamenti teatrali. Scenografia dello spettacolo A? un colorato libro gigante: attraversando le sue pagine magiche, l’attrice protagonista danza tra le rime e le filastrocche per dare vita al burattino piA? conosciuto al mondo. AccompagnerA� quindi i bambini in tutte le avventure di Pinocchio: tra gli animali parlanti, al Teatro dei burattini, nell’incontro col gatto e la volpe, nel ventre della balena in cui ritrova Geppetto, nel paese dei Balocchi dove i monelli vengono trasformati in ciuchi e infine tra le braccia della fata Turchina che lo farA� diventare un bambino vero.

Lo spettacolo, rivolto in modo particolare ai bambini dai tre ai dieci anni, A? inserito nella rassegna teatrale “Futuri Oggi”, dedicata alle famiglie.

Al seguire: merenda per tutti i bambini, offerta dalla Pro Loco di CavagliA�.

BUON NATALE E FELICE ANNO NUOVO

domenica, Dicembre 23rd, 2012

Tutti i grandi sono stati bambini una volta
(Ma pochi di essi se ne ricordano.)

Se qualcuno ama un fiore, di cui esiste un solo esemplare in milioni e milioni di stelle, questo basta per farlo felice quando lo si guarda..
“A che ti serve possedere le stelle?” chiese il Piccolo Principe all’uomo
“Mi serve ad essere ricco”
“E a che serve essere ricco?”
“A comperare delle altre stelle se qualcuno ne trova”
“Io” disse il Piccolo Principe “possiedo un fiore che innaffio tutti i giorni e
possiedo tre vulcani dei quali spazzo il camino tutte le settimane. E’ utile
ai miei vulcani e al mio fiore che li possegga. Ma tu non sei utile alle stelle..”

Bisogna esigere da ciascuno quello che ciascuno puA? dare (Da “Il Piccolo Principe di Antoine de Saint-ExupA�ry )

Con questa citazione de “IL PICCOLO PRINCIPE”, l’Associazione Semi di Serra vuol augurare a tutti i soci, i volontari, gli amici e tutti coloro che contribuiscono quotidianamente con il loro tempo e il loro impegno a sostenere i nostri ideali un Sereno Natale e un Felice 2013.

BISCOTTI E PALAFITTE

domenica, Dicembre 16th, 2012

di Ettore Macchieraldo

Ieri, come ormai capita spesso sotto Natale, si sono sovrapposte due iniziative a Viverone e Roppolo.
In biblioteca a Viverone c’era la premiazione del concorso letterario indetto dalla ComunitA� collinare Intorno al Lago. Una bella iniziativa al suo secondo anno che promuove la lettura e l’elaborazione da parte dei bambini di temi legati al territorio. Quest’anno il tema erano le palafitte del lago di Viverone.
Matrice per la fusione di spade
C’erano anche quelli di Roppolarte a leggere e rappresentare gli elaborati dei nostri bambini. Abbiamo scoperto che sulle palafitte c’A? un fumetto che esce il lunedA� e il mercoledA� su La sentinella del Canavese. Gli autori di soggetto e sceneggiatura sono Pier Luigi Ollearo e Silvio Conte, i disegnatori sono Stefano Venturino e Loriana Pionna.
Insomma un’ottima iniziativa culturale che A? riuscita a unire i campanili e dare uno sguardo un pA? piA? ampio sul nostro territorio. Animatore dell’iniziativa A? Romolo Gobbi, responsabile volontario della biblioteca di Viverone.
A lui va il nostro ringraziamento e le nostre scuse. Infatti ieri abbiamo fatto Scuola di cucina con i bambini presso la Casetta Polivalente di Roppolo. Insieme ai bambini abbiamo preparato biscotti, pane e pizza e in collaborazione con la��Associazione Socio Culturale di Roppolo li abbiamo cotti.
Insomma due iniziative che purtroppo si sono sovrapposte, ma per chi come me prima A? andato in biblioteca a sentire cultura e poi A? andato alla casetta Polivalente a mangiare biscotti autoprodotti: una doppia goduria!

Eugene Fedorenko : Every child (1979)

lunedì, Dicembre 10th, 2012

Ogni mese, il giorno 10, vi proponiamo un corto d’autore nella nostra rubrica dedicata ai piccoli tesori del film di animazione a cura di Andrea Sottile e Silvano Ghiringhelli.

Si A? da poco celebrata la Giornata Internazionale per i Diritti dei Bambini. Noi vogliamo festeggiarla mostrandovi, per il nostro terzo appuntamento, un piccolo grande film che illustra uno dei principi della Dichiarazione dei Diritti dell’Infanzia: Ogni bambino ha diritto a un nome e a una cittadinanza.

Questo “corto”, tra l’altro, ha una particolaritA�: tutti i suoni e i rumori sono fatti con la bocca dai due signori che compaiono all’inizio del film.

Every Child by Eugene Fedorenko, National Film Board of Canada