Crea sito

Archive for the ‘EducAMI’ Category

Educazione alimentare a Viverone

venerdì, Marzo 1st, 2019

Pietro Ganni da un mese e mezzo sta svolgendo il servizio civile con i Semi di Serra. Oltre che del doposcuola si sta occupando di attività di educazione alimentare, collaborando con le insegnanti della scuola Primaria di Viverone. Pietro è cuoco, quindi particolarmente sensibile e preparato.
Qui sotto vi spiega che cosa stanno facendo e cosa vorrebbero fare.

Educazione alimentare a Viverone

di Pietro Ganni

Buongiorno a tutti,
sono Pietro, attuale volontario del servizio civile presso l’associazione ”Semi di Serra”. Il nostro presidente Ettore, mi ha chiesto di scrivervi con l’intento di migliorare la comprensione di cosa faremo nelle ore di educazione alimentare, cosa vorremmo succedesse in mensa e nell’orto didattico.

La finalità generale del percorso è quella di diffondere i principi di educazione alimentare, conducendo i bambini verso l’acquisizione di un atteggiamento più consapevole e responsabile nei confronti dell’alimentazione. Per far questo, ai bambini in classe viene facilitata la comprensione della nuova piramide alimentare, dei principi nutritivi degli alimenti, delle etichette alimentari, della importante relazione tra cibo, salute e ambiente. Approfondiremo cosa sono gli alimenti biologici, la stagionalità dei vegetali, il riciclo e la raccolta differenziata.
Anche in mensa cercheremo di sensibilizzare il personale che opera nella distribuzione e trasformazione degli alimenti verso queste tematiche; in questo modo si auspica una maggiore attenzione dei bambini verso il cibo che viene somministrato. Pratiche buone, pulite e giuste stimoleranno maggiormente la comprensione di cosa sta dietro al cibo e il suo apprezzamento generale.
L’orto didattico, a partire da questa primavera, ospiterà varietà di frutta e verdura non convenzionali, per promuovere la biodiversità vegetale e favorire la conoscenza di verdure di diverso colore e forma.
I ragazzi non impareranno quindi solo attraverso libri e quaderni, ma anche attraverso la pratica in orto; verranno fornite istruzioni per conoscere la composizione del terreno, la sua concimazione, la pacciamatura, come funziona la germinazione dei semi e il trapianto delle piante.

Fare squadra con il Servizio Civile

mercoledì, Gennaio 16th, 2019

di Ettore Macchieraldo

Ieri è iniziata una nuova esperienza di servizio civile per i Semi di Serra. E’ partito il progetto Educare in rete. Dentro e fuori la scuola

Presteranno servizio con noi due ragazzi: Pietro e Giada.
Ovviamente saranno impegnati nel doposcuola a Viverone.
Per noi l’esperienza di un anno fatta da settembre 2017 con Valentina è stata molto importante. Essendo la nostra attività di doposcuola basata prevalentemente su genitori volontari che si turnano per stare con i bambini, il ruolo dei ragazzi del servizio civile si è rivelato fondamentale per avere un gruppo coeso e una buona comunicazione. Questo non solo all’interno del gruppo stesso, ma anche con gli insegnanti e con gli altri genitori.
Valentina ha fatto un ottimo lavoro e i risultati sono sotto gli occhi di tutti.

Pietro e Giada non si occuperanno solo di doposcuola.
Pietro, che è cuoco, proseguirà e porterà esperienza e contenuti nelle attività di educazione alimentare che come Semi di Serra da anni perseguiamo.
Lavorerà con le insegnanti su questa tematica, sia durante l’orario di lezione della scuola Primaria di Viverone che con la sua presenza in mensa. La mensa è un momento importante per i bambini. E’ fondamentale che rimanga gestita internamente alla scuola, con la qualità e attenzione a cui siamo abituati. Purtroppo gli sprechi e la confusione sono ancora un problema. Intendiamo rafforzare l’alleanza con i docenti per affrontare le criticità e far emergere gli aspetti positivi.
Pietro si occuperà anche dell’ orto didattico presso Vivere la fattoria. Dopo anni di abbandono di quello al parchetto di Roppolo finalmente abbiamo le forze per riprendere le attività. Anche questo rientra nelle nostre prerogative legate all’educazione a un alimentazione sana e alla promozione del territorio.
Questa attività inizierà ad essere fatta con i bambini della Scuola d’Infanzia di Roppolo, ma la allargheremo anche agli altri. Soprattutto vorremmo coinvolgere i ragazzi che frequentano le scuole Medie del territorio. Sarà un modo per non disperderli e mantenere quei legami di amicizia e fratellanza costruiti fino alla scuola Elementare.

Su questo aspetto sarà impegnata anche Giada. Giada, che ha esperienza di equitazione, lavorerà soprattutto con Vivere la fattoria.
Le sinergie tra Vivere la fattoria e Semi di Serra sono ormai molteplici e portano forza ad entrambi. Giada sarà impegnata a rafforzare questa collaborazione con le uscite del doposcuola, le attività per i bambini dell’asilo e con le proposte per i ragazzi più grandi. La vedrete però anche al doposcuola a Viverone, che rimane la nostra attività fondamentale.

Insieme a Giada a Vivere la fattoria ci saranno altri ragazzi del Servizio Civile, sia italiani che stranieri. Questa presenza di giovani di buona volontà nel nostro territorio sta diventando una risorsa per tutti. Per i Paesi che così riescono a esseri vivi e aperti e per i ragazzi che dedicano un anno per mettersi alla prova e capire meglio cosa vogliono fare, ricevendo anche un parziale contributo economico.

Last but not least i nostri ragazzi del Servizio Civile saranno impegnati nella realizzazione della prossima edizione di PAL, la manifestazione di arte nel paesaggio che si terrà intorno al Lago di Viverone dal 10 al 17 marzo prossimo.

Insomma ultimamente stiamo facendo squadra e i risultati si vedono (e si vedranno sempre di più)

Buon anno di Servizio Civile a Giada e Pietro e a tutti i ragazzi che hanno iniziato questa esperienza.

Semi e avventura

domenica, Marzo 25th, 2018

I Semi di Serra, non essendo più previste attività scolastiche il martedì pomeriggio, propone per i
mesi di primavera attività pomeridiane aperte a tutti i bambini dai 5 ai 10 anni.

Per i bambini già iscritti e frequentanti il doposcuola le attività saranno comprese nella quota già
versata. Tutti gli altri bambini potranno partecipare iscrivendoli all’associazione (tessera annuale del costo di 15 €) e versando 5€ di contributo minimo a uscita.

Le avventure che proporremo saranno sia legate allo
sport: scoprire il rugby e l’equitazione
alla storia: incontrare tracce del passato che sono intorno a noi
alla natura: vedere la bellezza che tutti i giorni abbiamo sotto gli occhi e che spesso dimentichiamo
alla convivialità: stare insieme come avventura di scoperta degli altri e delle loro capacità

Qui sotto riportiamo il calendario delle attività previste. Ci si potrà trovare alla scuola elementare a Viverone i martedì alle ore 14.00.
Per chi vorrà potrà comunque usufruire della mensa, se iscritto alla scuola di Viverone, previa comunicazione alla nostra volontaria del Servizio Civile Valentina.
Per informazioni e dettagli potete scriverci a [email protected]
Terremo aggiornato il blog semidiserra e anche la pagina FB con le informazioni sulle singole uscite.

Vi attendiamo per avventurarci insieme!

CALENDARIO

10/04/’18 C.NA TUA Fattoria Didattica sita in Roppolo, via Petronio Lacchio.
I bambini vi aspetteranno per essere accompagnati a casa dalle ore 17.00 in Cascina

08/05 RUGBY Mark Valenti Tua introdurrà i bambini maschi e femmine, grandi e piccini, ai primi rudimenti di questo affascinante sport. L’attività si svolegerà nel cortile della scuola

15/05 PASSEGGIATA ALLA CHIESETTA DEL “GESIUN” Visita a piedi ai resti della chiesa romanica sita sulla strada da Anzasco a Piverone. Recupero bimbi: Gesiun ore 17.30

22/05 PASSEGGIATA LAGO DI BERTIGNANO Visita a piedi a uno dei luoghi naturalistici più interessanti del circondario.
Recupero bimbi: scuola ore 17.30

29/05 RUGBY (Mark Valenti Tua)
05/06 RUGBY (Mark Valenti Tua)

16-17/06
TENDATA” NOTTURNA PRESSO C.NA TUA. Ritrovo presso Cascina Tua in via Petronio Lacchio ore 16.00. Montaggio tende. Cena conviviale in cui ognuno porta qualcosa, presenti sia i grandi che i bambini. I bambini che vorranno potranno, con i loro fratelli più grandi, pernottare in tenda sotto la supervisione dei volontari dell’associazione.

Sarà un’occasione per conoscersi, raccontarsi storie, cantare… insomma per stare insieme e festeggiare la fine della scuola. Portate strumenti musicali

Tutte le attività sono all’aperto. Verranno svolte se il tempo sarà bello. In caso contrario potrete
consultare il nostro blog semidiserra.altervista.org e la pagina FB Associazione Semi di Serra per
scoprire se l’attività sarà annullata o rimandata.

Partecipare al Bando EducAMI

venerdì, Giugno 2nd, 2017

I RAGAZZI DEL SERVIZIO CIVILE E I DOPOSCUOLA DEI SEMI DI SERRA

Tutte le informazioni complete si possono reperire sul SITO di ARCI Servizio Civile.

Nello specifico le attività dei ragazzi che faranno il Servizio Civile presso la sede di Semi di Serra all’interno del progetto di rete EducaAMI sostenibile saranno impegnati all’interno dell’edificio scolastico della Scuola Primaria di Viverone, in un’altra sede che faccia d’ufficio sempre a Viverone, nell’Orto didattico a Roppolo e nelle uscite a Vivere la Fattoria sempre a Roppolo.

QUI potete trovare qualche informazione in più sul contesto dove andrete a operare.

L’orario sarà da concordare, ma impegnerà prevalentemente dall’ora di pranzo fino al pomeriggio. Infatti per “realizzare percorsi di educazione alla sostenibilità nelle scuole, per accrescere le buone pratiche e i comportamenti responsabili nel quotidiano e accrescere la consapevolezza della non sostenibilità dei nostri attuali stili di vita” verrete impegnati in attività legate all’educazione alimentare a cavallo tra l’orario curriculare della scuola e il doposcuola sia con i bambini della Primaria che con quelli della Scuola d’Infanzia.

I doposcuola dei Semi nascono come risposta alla riduzione dell’orario scolastico da 40 a 27 ore settimanali. Nelle ore in cui non vengono più svolte attività scolastiche i genitori si sono auto organizzati per offrire ai bambini la possibilità di passare del tempo insieme e, quindi, sottrarsi all’isolamento delle case e delle tecnologie, e dare un servizio alle famiglie in cui entrambi i genitori lavorano. Svolgono queste attività da 7 anni, turnandosi e collaborando con associazioni sportive del territorio (Free Time e Vivere la Fattoria), il tutto con il sostegno dei Comuni di Viverone e Roppolo.

La scuola di Viverone è stata difesa strenuamente dal rischio chiusura e è un luogo di istruzione in un contesto stimolante, con numeri di frequentanti molto ridotto e un corpo docenti che si sta rinnovando e aprendo al territorio.

Posizioni disponibili: 2

Operatore Locale di Progetto: Ettore Macchieraldo

3333487424 (reperibile dopo le 17.00)
[email protected]
http://semidiserra.altervista.org/

Servizio civile: EducAmi

sabato, Aprile 8th, 2017

ARRIVA IL SERVIZIO CIVILE
di Ettore Macchieraldo
scritto per il Bollettino parroccchiale di Roppolo 2017

Con due progetti presentati da Arci servizio civile di Torino dall’autunno del 2017 ci saranno a Roppolo dei ragazzi dai 18 ai 27 anni impiegati in lavori utili alla comunità.

Come sapete Roppolo in primis, ma a seguire Viverone e molti comuni del circondario, sono sede di iniziative di animazione come i doposcuola e attività di recupero territoriale.
Ci tengo a sottolineare che non sono attività di esclusivo volontariato, anzi prevedono proprio che si possa retribuire le persone che vi partecipano. Il volontariato è una gran cosa, ma non basta e non può essere la soluzione per il venire meno di servizi pubblici.
Lo abbiamo visto con i doposcuola di Roppolo e Viverone. I volontari hanno retto per 7 anni, garantendo il prolungamento dell’orario scolastico nella Scuola d’Infanzia di Roppolo e la copertura dei tagli di orari nelle Elementari di Viverone. Sono aumentati gli iscritti e il numero di volontari e rimasto grosso modo lo stesso. Il volontariato nei doposcuola è stato affiancato da ragazzi animatori dell’Associazione Free Time.
Quest’anno invece è fortemente diminuito l’apporto del lavoro volontario nei doposcuola, costringendo i Semi di Serra ad aumentare la quota a carico delle famiglie per poter pagare le ore in più che devono fare i ragazzi della Free Time.
Era proprio quello che i Semi non volevano: scaricare la maggior parte dei costi dei tagli alla Scuola e ai servizi sulle famiglie.
Con l’aiuto dei Comuni di Roppolo e Viverone, l’impegno delle famiglie e, soprattutto, la collaborazione degli insegnanti il doposcuola continua sia alla Scuola d’infanzia che alle Elementari, con circa 25 iscritti.
Discorso parallelo va fatto per le attività di recupero territoriale di Coltiviviamo. Sono attività che non possono essere remunerative solo con il “mercato”. L’agricoltura è con l’acqua alla gola dappertutto, figuriamoci quella in terreni marginali sulla collina! Ci andrebbe un sostegno pubblico che ancora non c’è. Non dipende dalle nostre amministrazioni, ma da livelli più ampi come quello Regionale e anche Europeo. In attesa che si facciano politiche serie per l’agricoltura e l’occupazione bisogna andare avanti nelle attività.
Lo strumento che abbiamo trovato per provare a salvare capra e cavoli è il Servizio Civile Nazionale.
Vi ricordate gli obiettori di coscienza al Servizio Militare? Si proprio quelli che si imboscavano dalla leva obbligatoria!
Beh insomma non era proprio così, o almeno non per tutti.
Con la Legge 64 del 2001 è stato istituito il Servizio Civile: un servizio volontario destinato ai giovani dai 18 ai 27 anni, aperto anche alle donne, che intendono effettuare un percorso di formazione sociale, civica, culturale e professionale attraverso l’esperienza umana di solidarietà sociale, attività di cooperazione nazionale ed internazionale, di salvaguardia e tutela del patrimonio nazionale. Ai ragazzi verrà dato un contributo pari circa a 400 € al mese, con un’impegno di circa 30 ore settimanali e per 12 mesi.
Grazie a Arci Servizio Civile i Semi di Serra sono in un progetto di educazione ambientale presentato da più realtà dell’Anfiteatro Morenico d’Ivrea. Il progetto si chiama EducAMI, sarà centrato sull’educazione alimentare, e porterà due ragazzi ai doposcuola di Roppolo e Viverone.
Sempre con l’Arci è stato presentato un progetto per il recupero sentieristico e per l’orticoltura di comunità in cui sono coinvolti sia il Comune di Roppolo che l’Associazione Vivere la Fattoria in collaborazione con Coltiviviamo. Questo progetto si chiama Colta Terra e porterà 11 volontari del servizio civile ad operare intorno al Lago di Viverone, oltre che a Roppolo.
Insomma ci è sembrato che dare la possibilità ai ragazzi di far un’esperienza e mettersi qualche soldo in tasca, potesse essere il modo giusto per garantire dei servizi a basso costo e rilanciare dei progetti che avrebbero bisogno di più seri e duraturi investimenti.
Se qualche ragazzo dei dintorni fosse interessato a candidarsi per uno dei due progetti potrà farlo questa estate, ed entrerà in servizio nell’autunno 2017. Per maggiori informazioni potete consultare il sito di Arci Servizio Civile Torino.
Su forza, mettetevi in gioco!

Ettore Macchieraldo