RoppolArte: oltre i 15 minuti di celebritA�

 

di Redazione

Ieri, sabato 29 giugno, la piazza del Municipio di Roppolo era piena di spettatori. Tante persone, quasi tutti del paese (ma non solo), riunitiA� per vedere lo spettacolo Chi muore si rivede; ultima produzione dell’Associazione Culturale RoppolArte. Uno spettacolo che parla degli anziani, dei preconcetti che abbiamo verso di loro e di come non si debba dimenticare di amarli e rispettarli – a volte ritornano e si rivedono.

Un lavoro sugli stereotipi, giustamente enfatizzati, ma non giudicati. L’eccesso drag queen della coppia gay non stona, A? un modo per dimostrare che l’omosessualitA� non A? un tabA?. La donna in carriera mostra la fragilitA� di chi si nasconde dietro il successo – evidentemente finto vista la smania di ricevere l’ereditA� del ‘caro estinto’. La badante africana insieme alla sua parenteA� spiegano come l’incontro con chi viene da lontano A? arricchente. La signora anziana A? la coscienza che arriva dalla esperienza. Il quadro de “la signora con l’uccellino” A? l’osservatore che interviene nella storia. E il morto che ritorna racconta di una vecchiaia vissuta coltivando le passioni.

Insomma dopo tutti questi anni passati a guardare la tv, aspettando quello che Andy Warhol definA� il quarto d’ora di celebritA� di cui tutti avremmo usufruito, questo lavoro di RoppolArte testimonia che si puA? cercare e fare cultura popolare. Due ore di intenso teatro, preparato attentamente in mesi e mesi di lavoro, costruendo scenografie e costumi,A� rendono piA? onore all’arte di 15 minuti di protagonismo in un reality show.

Forse qualche scena andrebbe limata e accorciato qualche dialogo. Ma sono dettagli. Bravi RoppolArte, siamo con voi.

I prossimi appuntamenti per vedere Chi muore si rivede saranno:

13 Luglio: SanthiA� (VC) ore 21,00
26 luglio: Viverone (BI) Piazzale AgorA� ore 21,00
21 Settembre: CavagliA� (BI) Polivalente ore 21,00

 

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*


*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>