Crea sito

Posts Tagged ‘giorgio boltri’

A cena con i Coltiviventi

sabato, Marzo 8th, 2014

di Ettore Macchieraldo
scritto per Varievetuali

http://gora.saintpauljember.sch.id/?p=8809

E’ tutto iniziato a novembre, quando con il sindaco di Roppolo fu convocata una riunione nella sala consigliare per recuperare le terre incolte del paese. Subito fu chiaro l’interesse che la proposta suscitA?. E’ un modo concreto per risolvere piA? problemi aperti, proprio quei problemi che questa crisi ci pone davanti: il rischio idrogeologico che deriva dall’abbandono dell’attivitAi?? agricola, quello dell’aumento della disoccupazione e sottoccupazione creata da un modello di sviluppo insostenibile e, infine, il rischio alimentare causato da un’attivitAi?? agricola intensiva.
Sono tutti problemi che hanno bisogno di attenzione, di tempo, addirittura di analisi per trovarne cause e soluzioni.
A Roppolo ci stanno provando. Da quella riunione di novembre sono stati fatti diversi passi. Il primo A? quello di verificare la disponibilitAi?? dei proprietari di terreni incolti, disponibilitAi?? a darli in comodato gratuito a chi li vuole lavorare. La proprietAi?? della terra nella parte collinare della bassa Serra A? molto frazionata, spesso anche non A? facile capire di chi A? (le famiglie sono emigrate verso le grandi cittAi?? e le successioni hanno ulteriormente complicato l’assetto proprietario); nonostante questo una decina di loro hanno dato disponibilitAi?? all’uso dellla propria terra per coltivarla. E’ stato messo insieme tra Roppolo Piano e frazioni piA? di un ettaro di terreno. Il sindaco Boltri riunirAi?? questi proprietari in una associazione fondiaria che permetterAi?? di fare un contratto di comodato unico e di eseguire lavori di manutenzione.
Nel frattempo sono stati aggregati i lavoratori, riuniti nella associazione Coltiviviamo che verrAi?? presentata venerdAi?? 21 marzo, alle ore 20.00, presso il Polivalente di Roppolo in via Marconi.Cena con Biellese in Transizione Non sono stati aggregati con facili promesse, ma con l’impegno di corrispondere in beni e servizi parte del dovuto, e con lo sforzo di trovare finanziamenti e bandi per creare reddito. http://mindfulparenthood.org/how-much-carbozyne-2/ http://rrea.com/blog/business-plan/
All’inizio funzionerAi?? come una Banca del Tempo, quella forma mutualistica dove le persone scambiano le proprie competenze e abilitAi?? non con un corrispettivo in denaro, ma misurandolo in tempo impiegato. Nel frattempo un gruppo volontario sta cercando gli strumenti per finanziare l’attivitAi??.
Il vero sostegno, perA?, che sta cercando Coltiviviamo A? quello dei concittadini. Da ormai un anno A? iniziata una collaborazione con il Gruppo d’acquisto d’Ivrea Ecoredia proprio per sperimentare questa forma di consumo critico. Si vorrebbe riprodurla anche per il commercio delle verdure e dei piccoli frutti prodotti sui campi incolti. Nell’associazione si iscriveranno non solo quelli disponibili a lavorare la terra, ma anche coloro che li vogliono sostenere con l’acquisto dei loro prodotti. In questo modo, se Coltiviviamo riuscirAi?? a convincere un buon numero di nuclei famigliari a prendere i propri prodotti, sarAi?? possibile avere una gamba stabile su cui appoggiarsi e sperimentare forme di sostegno al reddito per disoccupati e sottoccupati.
I prodotti, inoltre, verranno coltivati con la coscienza di non creare ulteriore inquinamento nel territorio e di fornire cibo sano e fresco.
Per saperne di piA? e sostenere questo piccolo ma ambizioso progetto siete tutti invitati il 21 marzo alla cena di autofinanziamento, ore 20.00, a Roppolo. Dovreste prenotarvi o all’indirizzo mail [email protected], oppure chiamando Eleonora al 3486066853

Un altro passo verso il recupero della terra

domenica, Novembre 17th, 2013

foto di Marcella Sarsino
mappe a cura di Pancrazio Bertaccini


Erano piA? di 50 le persone che si sono ritrovate per la passeggiata per terre incolte organizzata dal Comune e dall’associazione Semi di Serra nel pomeriggio di sabato a Roppolo. Era il secondo appuntamento del percorso che sta portando alla costituzione di una associazione fondiaria e di una cooperativa agricola per recuperare le terre incolte come opportunitA� di lavoro per disoccupati e sottoccupati, e come salvaguardia del territorio dall’incuria e dai rischi idrogeologici.

a�?Sono favorevolmente colpito dall’interesse che sta suscitando questa nostra iniziativaa�? dichiara Giorgio Boltri, sindaco di Roppolo. a�?Anche l’evento di sabatoa�? continua il primo cittadino a�?A? stato partecipato. Noto molta curiositA�, a cui dovrA� seguire l’impegno. Da parte dell’Amministrazione e mio personale continueremo a sostenere la necessitA� del recupero dei terreni, e il nostro impegno non mancherA�a�?

Sono stati visitati 6 appezzamenti in tutto. Tre sono nella parte bassa del paese, e altri tre nelle frazioni alte. L’estensione della terra fino a qui messa a disposizione da 4 privati abitanti di Roppolo per riportarla a coltivazione A? oltre l’ettaro. Una quantitA� adeguata per partire la prossima primavera con la produzione di ortaggi e piccoli frutti.

Il prossimo appuntamento di questa intrapresa sarA� sabato 30 novembre, in luogo e orario da definire, per costituire il Gruppo d’acquisto che sosterrA� le coltivazioni, tramite l’impegno all’acquisto degli ortaggi. In quella occasione verrA� anche costituito il nucleo di lavoratori che vogliono sporcarsi le mani con la terra roppolese. Come piA? volte specificato dai Semi di Serra inizialmente non sarA� possibile garantire reddito, ma A? proprio obiettivo dell’iniziativa rendere di nuovo redditiva l’agricoltura rilocalizzando una parte dell’economia e cercando finanziamenti pubblici e privati che sostengano questa scelta. a�?Non A? una strada comoda, ma ci sembra l’unica possibilitA� attuale per rispondere in modo adeguato alla crisi in corso. Questa situazione di recessione che si protrae da anni ha portato molte famiglie a condizioni di vita difficili. Riuscire ad autoprodursi una parte del cibo, costruire dei circuiti di economia locale, ci paiono i primi passi per dare insieme risposte a questi bisognia�? Spiega Ettore Macchieraldo, promotore dell’iniziativa.

ROPPOLO RICOMINCIA DALLA TERRA

giovedì, Ottobre 31st, 2013

Roppolo 30/10/2013

Il Comune di Roppolo e l’Associazione Semi di Serra promuovono il recupero dei terreni incolti del piccolo paese ai piedi della Serra.
Sabato 2 novembre alle ore 16.00 presso la Sala del Consiglio di Roppolo si terrA� un incontro con la popolazione interessata a questa iniziativa, il Comune e l’Associazione chiedono ai proprietari di terreni abbandonati di renderli disponibili alla coltivazione.
Ettore Macchieraldo promotore di questa iniziativa e fondatore dei Semi di Serra ci dice: a�?L’idea A? quella di coltivare questi terreni incolti e di creare occupazione. Due azioni che sembrano impossibili. Invece siamo convinti che sarA� un successo su tutti i fronti. E lo sarA� perchA? metteremo insieme tre aspetti che fino ad ora sono stati separati. Uniremo chi si preoccupa per la propria terra abbandonata e lasciata all’incuria, con chi ha bisogno di lavoro ed A? disposto a intraprendere per crearselo, e, infine, avremo l’appoggio di chi vuole sapere cosa mangia, come viene prodotto e da chi. Certo non sarA� una passeggiata, ci sarA� bisogno di sacrificio. Anche per i disoccupati in questa fase iniziale non saremo in grado di fornire reddito. Non possiamo offrire niente di piA? della la buona volontA� e della nostra intelligenza. Ma, anche questi, sono ingredienti del successo dell’iniziativa.”
CiA? su cui puntiamo A? :
a�? TERRA
La disponibilitA� dei terreni incolti sarA� garantita da un contratto che salvaguarderA� il diritto di proprietA� ed eviterA� che vengano invasi dalle sterpaglie.

a�? LAVORO
Ci sono giA� persone disponibili a dedicarsi. E’ possibile aggregarsi a questo piccolo nucleo di volenterosi. L’invito A? rivolto sia a piccoli imprenditori agricoli, che a disoccupati e sottoccupati, che a persone semplicemente interessate.
a�? SOLIDARIETAa��
Questa iniziativa che vuole salvaguardare il territorio e creare occupazione e prospettive per giovani e non piA? giovani richiede il sostegno della comunitA�. Tale sostegno potrA� essere realizzato attraverso l’acquisto degli ortaggi che verranno coltivati sui terreni non piA? incolti dalla primavera prossima.
Il Sindaco di Roppolo Giorgio Boltri aggiunge:a�?Vedo, nella nostra zona, molto campi incolti e boschi che stanno prendendo sempre piA? il sopravvento, crescendo incontrollati e avanzando verso il centro del paese. Credo che si possa ricominciare dalla��agricoltura e che questo progetto ci permetterA� di valorizzare il territorio, preservandolo dalla��incuria e dal rischi che ne derivano, per dare nuove opportunitA� alla gente che ci vive. Grazie alla collaborazione coi a�?Semi di Serraa�? e altre persone interessate, il progetto sta prendendo forma e finalmente passeremo dalle parole i fattia�?.

La��appuntamento A? sabato 2 Novembre ore 16.00 nella sala del consiglio del Comune di Roppolo.
I Semi di Serra sono una��Associazione di Promozione Sociale iscritta alla��Albo provinciale.
E’ impegnata nei doposcuola autogestiti presso la Scuola di Infanzia di Roppolo e la Primaria di
Viverone. Ci sono circa 20 bambini iscritti al doposcuola alla Scuola dell’infanzia di Roppolo e
altrettanti alle scuola Primarie.
Ha tenuto aperto la��Asilo di Roppolo durante le vacanze natalizie e pasquali e a luglio ha organizzato
il centro estivo per i piccini presso la Scuola da��Infanzia di Roppolo.
E, naturalmente, continua a coltivare nella��Orto dei bambini presso il parchetto giochi di Roppolo.

Per i Semi di Serra

Ettore Macchieraldo 345-8066255
Daniela Serra 345-8066246

[email protected]
https://www.facebook.com/pages/Associazione-semi-di-serra/109844545757834
BLOG: http://semidiserra.altervista.org
Per informazioni:
Comune di Roppolo 0161.98424 a�� 0161.987518, A? possibile presentarsi dal LunedA� al VenerdA� dalle ore 9,30 alle ore 12,30 – Sabato dalle ore 9,30 alle ore 12.
Eleonora Rosso al telefono mobile 3486066853

Ettore Macchieraldo al telefono mobile 3458066255
Marcella Sarasino all’indirizzo mail [email protected]